• Suolo e clima

    L’olivocoltura è specifica del clima mediterraneo che è caratterizzato da inverni miti ed estati lunghe, calde e secche.

  • L’olivo

    Nell’olivocoltura l’altezza media delle piante è tra i 4 e i 6 metri, a seconda della varietà.

  • L’oliva

    L’oliva è il frutto dell’olivo, è una drupa commestibile di dimensioni variabili con un solo nocciolo all’interno. L’accumulo di olio è concentrato nella polpa.

  • Elaborazione

    Intesa come trasformazione, consta di diverse fasi che cominciano con la raccolta delle olive e si concludono con il confezionamento finale del prodotto.

  • Tipi di olio

    L’olio di frantoio può essere classificato a seconda della sua acidità.

NELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE

Usi

L’olio d’oliva è ottimo per il suo valore nutrizionale; pertanto è la scelta migliore per cucinare qualsiasi piatto.

Gli oli di oliva vergine ed extravergine sono i cosiddetti “succhi d’oliva”; hanno un sapore più intenso che cambia a seconda delle varietà di olive dalla quale si ottiene. L’olio extravergine di oliva e l’olio di oliva vergine assumono una maggiore importanza e diventano protagonisti se usati a crudo. Per il condimento di un’insalata, nella preparazione di una salsa o sul pane, l’olio intensifica il sapore del cibo aggiungendo un tocco speciale, gradevole al palato.

NELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE

Degustazione

La degustazione consiste nell’esaminare accuratamente l’olio attraverso tre sensi: vista, olfatto e gusto. Si tratta pertanto di “un’analisi sensoriale” che si può riassumere nei seguenti passi.