Suolo e Clima

L’olivocoltura è specifica del clima mediterraneo che è caratterizzato da inverni miti e estati lunghe, calde e secche. L’olivocoltura viene praticata su un’ampia varietà di terreni. L’immagine qui sotto mostra la distribuzione degli oliveti nel mondo. mapaOlivos_superior Esistono diverse densità d’impianto degli oliveti: tradizionale, intensivo e a cespuglio (o superintensivo).
  • Suelo_01
    – Oliveto tradizionale come indica il nome stesso, questo è il tipo d’impianto che si è tradizionalmente coltivato durante secoli di storia. In Spagna, gli oliveti hanno una densità d’impianto di circa 75 olivi/ha, i quali sono normalmente dotati di più di un tronco. In Italia, la densità è di circa 100 olivi/ha, in Grecia di 200 olivi/ha e in Tunisia di 20 olivi/ha.
  • Suelo_02
    – Oliveto intensivo è un oliveto ad impianto moderno, con una densità tra i 200 e i 300 olivi/ha, dotati di un solo tronco per facilitarne la raccolta meccanica.
  • Suelo_03
    – Oliveto a cespuglio o superintensivo: è un oliveto ad impianto moderno, con una densità tra i 900 e i 2000 olivi/ha, allo scopo di rendere la raccolta meccanica il più efficace possibile.

GLI OLIVETI NEL MONDO :

mapaOlivos_inferior SPAGNA È il paese del mondo che dedica la maggiore proporzione del proprio territorio all’olivocoltura, con 2,6 milioni di ettari coltivati. Le varietà principalmente coltivate sono: Picual, Hojiblanca, Arbequina, Cornicabra, Manzanilla, ecc. La Spagna è il maggiore produttore di olio d’oliva e di olive da tavola del mondo. La produzione spagnola rappresenta circa il 42% della produzione mondiale. ITALIA È il secondo più grande produttore mondiale di olio d’oliva. La superficie dedicata all’olivocoltura è di 1,2 milioni di ettari. Le principali varietà coltivate sono: Leccino, Frantoio, Coratina, ecc. La produzione italiana rappresenta il 24,1% della produzione mondiale. GRECIA La Grecia è il terzo più grande produttore di olio d’oliva al mondo con 1,1 milion di ettari coltivati ad uliveto. Le principali varietà coltivate sono: Koroneiki, Kalamata, Vassiilikki, ecc. TUNISIAZ Occupa il quarto posto nella classifica della produzione mondiale di olio d’oliva. La superficie dedicata a questa coltivazione raggiunge i 1,7 milioni di ettari. Le principali varietà coltivate sono: Chemlali di Sfax e Chetoui.